22 protesi DePuy Asr impiantate. I pazienti sono stati tutti richiamati.

Prato, 10.02.2012 – «La Casa di Cura Villa Fiorita, nell’ambito delle procedure interne del proprio dispositivo di vigilanza, ha provveduto nel mese di dicembre 2011 ad effettuare il richiamo attivo di 22 pazienti a cui erano state impiantate protesi di rivestimento DePuy Asr dai propri medici ortopedici, con netto anticipo rispetto alla comunicazione del ministero della Salute datata 24/01/2012». E’ quanto si legge in un comunicato ufficiale, emanato dalla direzione sanitaria della clinica, dopo le notizie apparse sugli organi di informazione.

La Casa di Cura specifica «che prima del 2010 solamente un paziente aveva eseguito l’impianto di protesi oggetto del richiamo da parte della ditta produttrice e del ministero. Il paziente, e gli altri 21 operati nel 2010, sono stati già contattati».
«I pazienti – è scritto ancora nel comunicato – sono stati contattati per fissare una visita specialistica con l’ortopedico, che aveva effettuato l’impianto. Sulla base delle risultanze cliniche ed obiettive è stato eseguito l’esame radiologico e l’eventuale dosaggio degli ioni metallici. A seguito di queste indagini, i pazienti che non presenteranno problemi, saranno inseriti in un programma di follow-up di durata quinquennale, mentre i pazienti con elevati dosaggi di ioni metallici nel sangue o caratteristiche cliniche di allarme saranno sottoposti a reintervento».

«Tutte le iniziative intraprese non hanno alcun costo per il paziente», è l’ultima precisazione della Casa di Cura.

Questa voce è stata pubblicata in In evidenza, News e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.